animated water

Pittura


Ricerca
Carmen Spigno
dal 1997 si dedica alla pittura con terre e resine naturali, grazie all'incontro con il maestro genovese Andrea Bagnasco, firmatario nel 1976 del "Manifesto del Gruppo delle Terre".
Ed è proprio per suo suggerimento e sua costante cura che da allora la terra e le resine naturali sono divenute il "medium" preferito per l'artista dianese, la cui ricerca si è da allora orientata verso una poetica naturalistica, carica di suggestioni e sfumature cromatiche, libera da ogni schema interpretativo.
Nella sezione "Catalogo Opere", presente in questo sito, sono visibili molti dei suoi lavori, proposti nella mostra "Ritorno ad Itaca" e presentati in ordine cronologico.


Tecnica

La pittura con le terre naturali nasce, come dice la parola stessa, proprio dalla terra. È infatti dalla raccolta e dalla cernita delle terre che scaturiscono i colori. la terra grezza.
Dopo aver schiacciato e pestato la terra, lasciata seccare al sole per privarla dell'umidità, questa viene triturata e setacciata, per ricavarne una polvere più o meno spessa, a seconda delle necessità dell'artista. le terre lavorate.
In ultimo, per far sì che la terra possa essere riportata sulla tela, occorre produrre un collante, anch'esso naturale, mediante una soluzione di resina di alberi da frutto ed acqua. Questo liquido verrà utilizzato per impastare i "colori" delle terre naturali. le resine degli alberi da frutto.
Fatto questo non rimane che munirsi di cavalletto, tele, pennelli ed una buona dose di estro creativo.